Oggi è il:27 September, 2022
parlate in corsivo

Cosa vuol dire parlare in corsivo?

introduzione

Se vuoi sapere come far risaltare la tua “parlantina”, un modo è imparare a parlare in corsivo. In questo post del blog, tratteremo della moda di parlare in corsivo. 

Parlare in corsivo è un modo giocoso e goliardico di comunicare. Consiste nell’allungare le vocali e pronunciare le parole come ‘una cantilena’. Ce lo spiega bene la ‘prof’ Elisa Esposito attraverso le video-lezioni su TikTok.

Cos’è il corsivo sui social?

Si utilizza l’espressione parlare in corsivo in modo scherzoso con gli amici e follower, molto spesso anche tra i creators

Ricordi quando da piccoli parlavamo l’alfabeto farfallino? Ecco ora è da boomer ma i giovani dell’epoca usavano quel modo di dire. Una piccola analogia insomma!

La generazione Z ha un modo di parlare passeggero o meno, vedremo, molto popolare che è il Corsivo o meglio scrivere il CORSIVIOOO (‘cörsivœ’). La parola più famosa in corsivo è sicuramente amïo che vuol dire Amore.

@eli.esposito

🍿 per i commenti😂 ig: eli.espositoo

♬ suono originale – Elisa Esposito

Tuttavia quanto ne sai del vero corsivo? Vediamo cosa sono i corsivi, quando usarli e come formattarli correttamente in diversi mezzi. Alla fine, sarai un esperto di tutto ciò che è corsivo!

Cos’è il corsivo

La storia del corsivo

Il primo uso del corsivo risale al 1500, quando uno stampatore italiano di nome Aldus Manuzio li usò per sottolineare i punti chiave dei suoi libri. Da allora, il corsivo è stato comunemente usato nella stampa per enfatizzare, in particolare per i titoli di opere e parole straniere.

Come usare il corsivo

Il corsivo può essere utilizzato per una varietà di scopi, ad esempio per enfatizzare determinate parole o frasi, avviare dialoghi o indicare titoli di opere. Quando usi il corsivo, sii coerente con la tua formattazione e assicurati che il contesto sia chiaro. Ad esempio, se stai scrivendo un articolo sull’opera teatrale di Shakespeare Macbeth, dovresti formattare correttamente il titolo: “Macbeth“. Non vorresti mettere in corsivo ogni istanza della parola “Macbeth” nel tuo articolo, solo il titolo stesso.

Quando usare il corsivo

Titoli delle opere

Il corsivo è spesso usato per i titoli delle opere, come libri, film e giornali. Ad esempio, “Il grande Gatsby” è scritto in corsivo. Inoltre, a volte i titoli sono scritti anche in corsivo quando sono menzionati in un articolo o in un paper. Ad esempio, “Ho letto Il grande Gatsby ieri sera“.

Parole straniere

Un altro uso comune del corsivo è quello di indicare le parole straniere. Ad esempio, se un anglofono vuole includere una parola francese nella sua scrittura, potrebbe metterla in corsivo: “Farò un petit déjeuner prima di esplorare il Louvre”. Ciò consente al lettore di sapere che la parola non è inglese e come pronunciarla correttamente.

Dati statistici

Infine, i dati statistici sono spesso messi in corsivo in modo da distinguersi dal resto del testo. Questo è utile quando si sfoglia un documento o una presentazione perché i numeri con caratteri normali possono essere facili da perdere. Ad esempio: “Secondo la nostra ricerca, le vendite sono aumentate del 12% nell’ultimo trimestre”.

Come formattare il corsivo in diversi mezzi

Siti web.

Quando si scrive per il Web, il corsivo può essere utilizzato per enfatizzare una parola o una frase. Ad esempio, se volevi enfatizzare i pensieri interiori di un personaggio in una storia, useresti il corsivo.

Il corsivo può essere utilizzato anche quando si citano parole di qualcun altro o quando si fa riferimento ad altre opere. Ad esempio, se stavi scrivendo del film Il Padrino, dovresti mettere in corsivo il titolo.

E-mail

Il corsivo può essere utilizzato nelle e-mail per aggiungere enfasi a una parola o frase. Per fare ciò, racchiudi semplicemente la parola o la frase tra asterischi (*). Per esempio:

*Sono così eccitato per il nostro viaggio!*

Social media

Sulle piattaforme di social media come Twitter e Facebook e whatsapp, il corsivo può essere utilizzato inserendo dei trattini bassi (_) attorno alla parola o alla frase che si desidera enfatizzare. Per esempio:

_Non vedo l’ora di vederti domani!_

Conclusione

Se vuoi aggiungere enfasi a una parola o frase, il corsivo è la strada da percorrere. Il corsivo ha una lunga storia che risale ai tempi antichi e può essere utilizzato in molte situazioni diverse. Usali per titoli di opere, parole straniere, dati statistici e altro ancora.

Quando si formatta il testo con diversi mezzi, come siti Web, e-mail e social media, ci sono regole diverse da seguire. Ma una volta che conosci le basi dell’uso del corsivo, sarai in grado di aggiungere facilmente enfasi alla tua scrittura.

Sopratutto da oggi è anche un modo di parlare per scherzare e ridere con gli amici sui social.

Share